E' della Regione la competenza sulla circolazione all'Asinara

Il Ministero dei Trasporti chiarisce: la rete viaria è parte del demanio regionale a cui spetta la cura.

Il Ministero dei Trasporti ha risposto alla richiesta di chiarimenti inoltrata a luglio e risollecitata nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale in merito alle competenze relative alla disciplina della circolazione dei veicoli sulle strade dell’Asinara. L’approfondimento si era reso necessario in seguito alla recente determinazione del Commissario Straordinario dell’Agenzia regionale Conservatoria delle coste, che aveva revocato le precedenti ordinanze sulla disciplina della circolazione nell’isola parco, individuando il Comune di Porto Torres come autorità competente in materia.

Nella risposta inviata al Sindaco Beniamino Scarpa i dirigenti del dicastero hanno sottolineato che “attiene alla Regione Sardegna, stante l’incompetenza pronunciata in merito dall’Agenzia Conservatoria delle Coste della Sardegna, la cura della funzione attinente alla disciplina della circolazione dei veicoli sull’isola dell’Asinara, il cui territorio, inclusa la rete viaria, è ricompreso nell’ambito del demanio regionale”. «Credo che in maniera troppo frettolosa, e senza nessuna concertazione, sia stato emanato un provvedimento che ci ha causato gravi problemi – sottolinea il sindaco Beniamino Scarpa – soprattutto perché adottato in piena stagione estiva, quando i flussi turistici nell’isola sono elevati. Il chiarimento fornito dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture non lascia spazio a dubbi interpretativi: la superficie dell’Asinara, comprensiva della rete viaria, fu trasferita a suo tempo dal demanio statale alla Regione che, a seguito dell’istituzione dell’Agenzia Conservatoria delle Coste, organismo tecnico-operativo di emanazione regionale, devolse a quest’ultima, come tutela di conservazione dell’area costiera, la gestione del territorio dell’Asinara».

Il Ministero ha precisato, inoltre, che “la rinuncia a proseguire nell’attività espressa dai vertici dell’organismo delegato in ragione di una presupposta incompetenza nell’esercizio della stessa, non implica l’individuazione, da parte dello stesso organismo, di altro soggetto a cui affidare discrezionalmente la funzione confutata, comportando il consequenziale ritorno, in capo al delegante, della piena titolarità della materia conferita”. «La Conservatoria, dichiarando la propria incompetenza sull’argomento, non poteva individuare il Comune di Porto Torres come soggetto titolare. Ci siamo opposti a quello che è sembrato essere un tentativo di scaricare sull’ente locale oneri finanziari importanti, come il controllo e la manutenzione delle strade, e il Ministero ci ha dato ragione. Se la Regione Sardegna e la Conservatoria delle Coste non intendono più mantenere il controllo sulle strade dell’Asinara – conclude il sindaco – allora è bene che trasferiscano al Comune di Porto Torres la gestione di tutto il patrimonio immobiliare dell’isola parco».

Porto Torres, 26/10/2014

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi