Funtana di Cherchi, rimossi rifiuti abbandonati abusivamente

Intervento sollecitato dall'amministrazione. L'Assessore all'Ambiente: «Discariche alimentate per anni da incivili».

I terreni dell'agro utilizzati come discariche, rifiuti disseminati anche nelle strade percorse ogni giorno dai residenti, costretti a convivere con quintali di spazzatura nelle vicinanze. È questo il quadro che si è presentato qualche giorno fa nella zona periferica di Funtana di Cherchi agli addetti dell'azienda che gestisce il servizio di igiene urbana, intervenuta su richiesta dell'amministrazione comunale. È stata effettuata una pulizia da record e sono stati recuperati fra terreni e cunette oggetti di plastica, lattine, materiali della frazione indifferenziata, addirittura scheletri arrugginiti di qualche elettrodomestico.

«Nell'agro vengono abbandonati materiali di ogni tipo dagli incivili che non hanno rispetto dell'ambiente e delle persone. Gli abitanti di Funtana di Cherchi attendevano da anni l'intervento dell'amministrazione comunale – sottolinea l'Assessore all'Ambiente, Cristina Biancu – e abbiamo ritenuto di dare seguito alle loro legittime richieste dando mandato all'azienda di portare via la spazzatura dalle discariche abusive sorte nelle aree di nostra competenza». Gli interventi sono stati effettuati nei punti più critici, soprattutto nei pressi delle strade. Oltre alla spazzatura “tradizionale” c'erano anche rifiuti speciali e scarti dell'edilizia.

«Gli interventi di rimozione delle discariche abusive gravano sulle spalle di tutta la comunità. I soldi pubblici potrebbero essere utilizzati per progetti più costruttivi,ma siamo costretti a impiegarli nelle attività di rimozione dei rifiuti. Accade anche che subito dopo aver ripulito – aggiunge l'assessore – qualcuno si diverta immediatamente a sporcare, come è successo qualche giorno fa nel quartiere del Villaggio Satellite. Mi auguro che queste cattive abitudini vengano presto abbandonate, in quanto non degne di un paese civile e molto costose per la collettività. Chiederemo alla Polizia Locale e alle associazioni che svolgono servizi di monitoraggio ambientale di effettuare ancora più controlli nelle zone. L'appello accorato che rivolgo alle persone è quello di non abbandonare la spazzatura dove capita, anche perché così facendo compiono un reato perseguibile dalla legge. L'ecocentro di via Fontana Vecchia è aperto tutti i giorni – conclude Cristina Biancu – e chi ha rifiuti in eccesso può smaltirli nella struttura, senza rischiare conseguenze penali e multe, non inquinando il nostro bellissimo territorio, preservando l'immagine della nostra città e rispettando tutti i residenti».

Porto Torres, 28/09/2016

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Centrale di Fiume Santo

Monitoraggio, informazioni e documenti sulla centrale di Fiume Santo

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi