Il 29 giugno verrà riattivato il servizio medico stagionale all'Asinara

Firmata la convenzione tra Comune di Porto Torres, Capitaneria di Porto, Ente Parco Asinara, Asl e Cisom.

Visitatori e operatori dell’Asinara potranno contare anche per quest’estate sulla presenza nell’isola-parco del servizio medico garantito dal Cisom. Con la convenzione tra Comune di Porto Torres, Capitaneria di Porto, Ente Parco Nazionale dell’Asinara, Asl di Sassari e Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, firmata questa mattina nella sala conferenze del Palazzo del Marchese, si sancisce la riapertura del servizio dal 29 giugno al 30 agosto nell’ambulatorio di Cala Reale.

All’Asinara saranno presenti un medico e un soccorritore. Il servizio, attivo tutti i giorni dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17, potrà contare anche sulla presenza stabile di un ambulanza e di un mezzo 4x4 per consentire al personale qualificato lo spostamento all’interno dell’isola. Inoltre, sarà garantita la reperibilità per tutta la giornata da parte dei medici volontari del Cisom. L’ambulatorio di Cala Reale sarà fornito dell’equipaggiamento necessario e dei medicinali. «Per il secondo anno consecutivo, grazie alla leale collaborazione tra tutti gli enti coinvolti, riusciamo ad offrire un servizio indispensabile per i visitatori e per gli operatori del Parco», commenta il sindaco Beniamino Scarpa.

La firma sulla convenzione è stata apposta stamani dal vicesindaco Mauro Norcia, dal Comandante della Capitaneria di Porto, Marco Nobile, dal direttore dell’Ente Parco Asinara, Pier Paolo Congiatu, dai delegati della Asl di Sassari e del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta. Il servizio è finalizzato al primo intervento sanitario alla popolazione dell’isola, sia ai turisti che ai lavoratori. Oltre alle prime cure verrà assicurato ogni necessario contatto con l’Autorità Marittima, le autorità locali e sanitarie per organizzare, qualora fosse necessario, il trasporto del paziente presso l’isola madre.

«Garantire ai visitatori e agli operatori la presenza di un presidio sanitario, che viene sostenuto solo attraverso il pagamento delle spese vive, è un fatto importante sia per la sicurezza personale che per la fruibilità dell’Asinara e proprio per questi motivi tutti gli enti coinvolti hanno ritenuto opportuno confermare un progetto che lo scorso anno è stato particolarmente apprezzato. Inoltre, va sottolineato che è un servizio totalmente gratuito», aggiunge il sindaco. Nella scorsa stagione estiva sono stati in tutto 145 gli interventi effettuati, dodici dei quali al di fuori dell’orario di apertura dell’ambulatorio, per garantire soccorso a lavoratori o persone ospiti delle strutture ricettive. Si sono verificati due casi da codice giallo, per i quali è stato necessario disporre il trasporto fuori dall’isola attraverso la motovedetta della Guardia Costiera. Sono stati 75 gli interventi per punture d’insetti, 21 quelli per ferite di diversa natura, 14 per traumi e 29 gli interventi per stati di malessere, interventi che in molti casi si sono rivelati determinanti per consentire ai pazienti di proseguire le escursioni e le visite già prenotate e programmate.

Porto Torres, 18/06/2013

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Centrale di Fiume Santo

Monitoraggio, informazioni e documenti sulla centrale di Fiume Santo

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi