Il sindaco Wheeler incontra l'europarlamentare Giulia Moi

Ambiente, bonifiche, progetti europei: aperto il canale di collaborazione tra Porto Torres e Bruxelles.

Lo scambio di informazioni lungo l’asse Porto Torres-Bruxelles per approfondire i temi delle bonifiche, le opportunità di sviluppo e i progetti sostenibili improntati all’innovazione. C’è un filo che lega la città turritana alla città sede del Parlamento europeo, grazie al rapporto di collaborazione suggellato ieri tra il sindaco Sean Wheeler e l’europarlamentare del Movimento 5 stelle, Giulia Moi.

Il primo cittadino di Porto Torres ha incontrato la deputata nella sala giunta del Palazzo del Marchese. Primo punto affrontato nel corso della riunione: le bonifiche. «E’ stato un confronto davvero costruttivo che ci ha permesso di attivare ufficialmente la collaborazione con la nostra europarlamentare Giulia Moi, sempre attenta ai problemi di Porto Torres e di tutta la Sardegna. Grazie a lei il Parlamento europeo si interesserà allo stato ambientale e al risanamento delle aree in cui è stato certificato l’inquinamento. Noi invieremo documenti, relazioni e tutto il materiale che potrà essere utile», ha sottolineato il sindaco Sean Wheeler. «Ci sarà la possibilità di trasferire direttamente sul tavolo di Bruxelles la documentazione relativa al sito di interesse nazionale per le bonifiche. Un esempio virtuoso di come l’impegno di noi cittadini si stia trasformando in atti concreti, azzerando la distanza tra le persone e le istituzioni e lavorando a favore dei territori», ha affermato Giulia Moi. L’eurodeputata ha annunciato l’inserimento della “partita Porto Torres”, assieme a quella di altre zone dell’Isola, all’interno della Commissione Ambiente, dove si è riscontrata la totale disponibilità in questo senso da parte del Direttore generale della competente Commissione Europea, Aurel Ciobanu Dordea. «Noi siamo i portavoce locali – ha aggiunto il vicesindaco Sebastiano Sassu, presente all’incontro – che riescono a farsi sentire in Parlamento tramite deputati e senatori del Movimento 5 stelle e in Europa grazie alla presenza e all’attenzione costante da parte di persone come Giulia Moi. È la prima volta che un europarlamentare dimostra così tanta attenzione verso la nostra città e di questo siamo davvero soddisfatti». Giulia Moi ha illustrato al sindaco di Porto Torres le attività svolte attraverso l’Olaf, l’Ufficio Europeo per la Lotta Antifrode «che valuta l’attribuzione dei fondi europei per fare luce sulla corretta erogazione. Su questo punto ci stiamo battendo con forza, affinché venga verificata la correttezza procedurale degli stanziamenti che purtroppo non è sempre tale: basti pensare che la Regione Sardegna ha dovuto restituire 112 milioni del Por 2000-2006». Non rimarrà l’unico confronto tra il sindaco e l’europarlamentare: i prossimi appuntamenti consentiranno di gettare le basi per individuare le strade di uno sviluppo ecosostenibile del territorio, che passa attraverso i progetti di innovazione, il rilancio del settore turistico, della cultura, dei beni archeologici e monumentali e del Parco nazionale dell’Asinara.

Porto Torres, 22/07/2015

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi