Illustrate le direttive del bando della tratta Porto Torres-Asinara

Il servizio sarà affidato per sei anni. Favorite le aziende con traghetti veloci, ecologici e senza barriere.

Entro pochi giorni la Regione Sardegna pubblicherà il bando di gara per l’affidamento in gestione del servizio di trasporto marittimo per l’isola dell’Asinara. Lo ha comunicato questa mattina, nella sala conferenze del Palazzo del Marchese, l’assessore regionale ai Trasporti Christian Solinas, che ha partecipato a una conferenza stampa con il sindaco Beniamino Scarpa e il direttore della Conservatoria delle Coste, Alessio Satta. Presente anche il Presidente della Commissione Asinara, Angelo Canu, e diversi consiglieri comunali.

«Si tratta di un provvedimento molto importante. Quello dell’Asinara è un sistema fragile e per reggersi deve poter contare su trasporti funzionali e svolti in maniera continuativa», ha commentato il sindaco Beniamino Scarpa. «In questi mesi c’è stata una concertazione e una leale collaborazione fra tutti gli enti interessati a individuare le migliori modalità di attuazione del servizio, secondo le esigenze emerse nel periodo in cui il trasporto è rimasto attivo in fase sperimentale», ha aggiunto il sindaco. L’assessore Solinas, prima di illustrare le direttive approvate dalla Giunta regionale con la delibera n° 9/9, ha spiegato che «il problema fino a oggi era burocratico: non c’era equilibrio tra la politica e la burocrazia che si sostituiva a chi doveva operare le scelte. Il nodo ora è stato sciolto e abbiamo approvato le direttive che permetteranno di pubblicare un bando di gara per l’affidamento del trasporto marittimo tra Porto Torres e l’Asinara, in regime di continuità territoriale, per un periodo di sei anni. Usciamo così dalla logica degli affidamenti temporanei e diamo la possibilità di programmare al meglio lo sviluppo di un lembo di terra per lungo tempo conteso».

Verrà richiesto al vincitore della gara pubblica l’utilizzo di traghetti a basso impatto ambientale, con tempi di percorrenza non superiori ai 75 minuti e con accesso agevolato per gli utenti con mobilità ridotta. Nel periodo estivo la linea sarà giornaliera, con tre coppie di corse, mentre nel resto dell’anno la tratta sarà trisettimanale, con due coppie di corse. «Le frequenze delle corse – ha aggiunto l’assessore regionale – potrà però essere modulata anche sulla base delle esigenze che emergeranno in determinati periodi dell’anno». Una riflessione verrà fatta pure sulle tariffe, che al momento non prevedono differenze fra residenti a Porto Torres o in Sardegna e visitatori provenienti da altre località. Il bando dovrebbe essere pubblicato entro dieci giorni ed espletato entro 60 o 90 giorni, secondo quanto previsto dalla normativa. «In attesa della conclusione dell’iter della gara – ha assicurato Christian Solinas – la Regione potrà farsi carico del servizio secondo le modalità di emergenza della scorsa stagione estiva». L’importanza del servizio di trasporto merci e passeggeri per l’isola-parco è stata sottolineata anche dal direttore della Conservatoria delle Coste, Alessio Satta: «Il trasporto, assieme al sistema idrico (per il cui potenziamento è già previsto uno stanziamento di fondi pari a 4,6 milioni di euro), è nevralgico per lo sviluppo dei progetti dell’isola che prevedono la nascita di attività legate allo sport, alla fruizione sostenibile e alla ricettività, come il ristorante e l’albergo di Cala d’Oliva, il centro velico di Trabuccato e il diving center di Cala d’Oliva».

Porto Torres, 16/02/2013

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Centrale di Fiume Santo

Monitoraggio, informazioni e documenti sulla centrale di Fiume Santo

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi