Le World Series of Boxing al Palasport di Porto Torres

Il 21 febbraio l'Italia Thunder sfiderà i Caciques de Venezuela. Le parole del Team Manager FPI, Roberto Cammarelle, durante la conferenza stampa al Palazzo del Marchese.

Il Palasport “Alberto Mura” ospiterà sabato 21 febbraio la sesta tappa delle World Series of Boxing, la competizione mondiale a squadre che quest’anno potrà consentire agli atleti migliori di ottenere il lasciapassare per le olimpiadi di Rio 2016. L’Italia Thunder del Team Manager Fpi, Roberto Cammarelle, affronterà i Caciques de Venezuela. Cinque incontri che promettono spettacolo e che verranno trasmessi dall’emittente Mediaset, Italia Uno.

Come lo scorso anno, le World Series of Boxing saranno non solo un bel momento di sport, ma anche un’occasione di promozione della città grazie alla ribalta offerta dal palcoscenico televisivo nazionale. L’evento, patrocinato dall’Assessorato allo Sport, organizzato in collaborazione con il Boxing Club “Alberto Mura”, è stato presentato questa mattina nella sala conferenze del Palazzo del Marchese.

Il campione Roberto Cammarelle, Team Manager della Federazione pugilistica italiana, presente alla conferenza, ha ringraziato l’amministrazione comunale e l’associazione organizzatrice, e ricordato che il pugilato ha radici molto forti in città: «Scegliere Porto Torres per questi eventi è sempre una scommessa sicura – ha detto Cammarelle – perché la passione per la boxe è diffusa. Si prosegue nel solco tracciato dal grande Alberto Mura, persona di grande spessore e capacità, mai dimenticata. La nostra squadra ha tanti validi giovani. Vogliamo vincere questa sfida e per farlo sarà fondamentale l’aiuto del pubblico». Lo scorso anno nel palasport si registrò il tutto esaurito. L’auspicio degli organizzatori è che il successo possa ripetersi: per incentivare la presenza di spettatori, e tenendo conto della situazione economica generale, i promoter dell’evento si sono impegnati a mantenere popolari i prezzi dei biglietti.

Nell’Italia Thunder militano diversi pugili stranieri, tra i quali Patrick Barnes, Guarav Bidhuri, Michael Conlan, Freddie Evans. Più numerosa, naturalmente  la pattuglia italiana, che può vantare la presenza di Fabrizio Introvaia, Vincenzo Mangiacapre, Salvatore Cavallaro, Valentino Manfredonia, Fabio Turchi, Fabio Vinello più tanti altri giovani talenti. Alcuni di loro hanno già ottenuto vittorie internazionali sia alle olimpiadi che ai campionati continentali. Lo staff tecnico dell’Italia Thunder sarà formato dall’Head Coach Raffaele Bergamasco, dall’Assistant Coach Maurizio Stecca e dal Cutman Marcello Giulietti. Prima della sfida con il Venezuela si svolgerà il sottoclou con protagonisti diversi pugili sardi in erba che avranno a disposizione una bella vetrina per dimostrare tutta la loro abilità.

Porto Torres, 09/02/2015

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi