Lotta all'abbandono dei rifiuti, sanzioni per chi getta mozziconi e gomme da masticare

La nuova ordinanza del sindaco Wheeler vieta il gettito anche di piccoli rifiuti come fazzoletti e scontrini.

«Vogliamo tutti una città più pulita, ma noi cittadini dobbiamo anche contribuire a tenerla tale. Mozziconi di sigarette, fazzoletti di carta, scontrini, gomme da masticare vengono abbandonati non solo sulle strade: ne sono stati trovate grandi quantità anche dentro caditoie e pozzetti stradali. La prevenzione è indispensabile, ma il rispetto dell'ambiente richiede spesso misure più energiche». Così il sindaco Wheeler spiega lo spirito che sta alla base della nuova ordinanza con cui sarà vietato in tutto il territorio comunale l'abbandono di sigarette, di gomme da masticare e dei rifiuti di piccole dimensioni.

«L'amministrazione comunale ha tra i suoi obiettivi il raggiungimento della strategia “rifiuti zero”, anche recependo le linee guida adottate al quinto convegno della Carta di Napoli nel febbraio del 2009. Le sigarette non sono un rifiuto biodegradabile e contengono sostanze dannose per la salute dell'uomo e degli animali, come la nicotina, il polonio 210, composti organici volatili, gas tossici, catrame e condensato, acetato di cellulosa», aggiunge il sindaco. «Oltre al danno per l'ambiente, le cicche creano assieme alle gomme da masticare e agli altri rifiuti un grave danno al decoro urbano e anche all'immagine della nostra città, per non parlare delle spese che dobbiamo sostenere con i soldi di tutti i cittadini per rimuovere questa tipologia di rifiuti dalle strade e dalle caditoie», afferma Sean Wheeler. «L'amministrazione comunale si impegnerà ad installare nei luoghi pubblici ad alta frequentazione i contenitori per lo smaltimento di mozziconi e “microrifiuti”. Allo stesso tempo i titolari delle attività per la somministrazione di alimenti e bevande, compresi i circoli privati, gli uffici pubblici, le banche, gli uffici postali, le banche e le attività artigianali dovranno dotarsi durante l'orario di apertura di specifici contenitori posacenere da collocare all'esterno per consentire la raccolta dei mozziconi e delle gomme da masticare». I contenitori dovranno essere rimossi dai titolari prima della chiusura degli esercizi. «Il provvedimento, che sarà trasmesso alle forze dell'ordine, prevede sanzioni comprese tra i 25 e i 500 euro. Così come per l'ordinanza di divieto di fumo già adottata per le aree verdi pubbliche e per le scuole – conclude il sindaco – conteremo sul supporto delle forze dell'ordine e su quello delle associazioni che si occupano di vigilanza ambientale per far rispettare il provvedimento».

«Vogliamo tutti una città più pulita, ma noi cittadini dobbiamo anche contribuire a tenerla tale. Mozziconi di sigarette, fazzoletti di carta, scontrini, gomme da masticare vengono abbandonati non solo sulle strade: ne sono stati trovate grandi quantità anche dentro caditoie e pozzetti stradali. La prevenzione è indispensabile, ma il rispetto dell'ambiente richiede spesso misure più energiche». Così il sindaco Wheeler spiega lo spirito che sta alla base della nuova ordinanza con cui sarà vietato in tutto il territorio comunale l'abbandono di sigarette, di gomme da masticare e dei rifiuti di piccole dimensioni.

«L'amministrazione comunale ha tra i suoi obiettivi il raggiungimento della strategia “rifiuti zero”, anche recependo le linee guida adottate al quinto convegno della Carta di Napoli nel febbraio del 2009. Le sigarette non sono un rifiuto biodegradabile e contengono sostanze dannose per la salute dell'uomo e degli animali, come la nicotina, il polonio 210, composti organici volatili, gas tossici, catrame e condensato, acetato di cellulosa», aggiunge il sindaco. «Oltre al danno per l'ambiente, le cicche creano assieme alle gomme da masticare e agli altri rifiuti un grave danno al decoro urbano e anche all'immagine della nostra città, per non parlare delle spese che dobbiamo sostenere con i soldi di tutti i cittadini per rimuovere questa tipologia di rifiuti dalle strade e dalle caditoie», afferma Sean Wheeler. «L'amministrazione comunale si impegnerà ad installare nei luoghi pubblici ad alta frequentazione i contenitori per lo smaltimento di mozziconi e “microrifiuti”. Allo stesso tempo i titolari delle attività per la somministrazione di alimenti e bevande, compresi i circoli privati, gli uffici pubblici, le banche, gli uffici postali, le banche e le attività artigianali dovranno dotarsi durante l'orario di apertura di specifici contenitori posacenere da collocare all'esterno per consentire la raccolta dei mozziconi e delle gomme da masticare». I contenitori dovranno essere rimossi dai titolari prima della chiusura degli esercizi. «Il provvedimento, che sarà trasmesso alle forze dell'ordine, prevede sanzioni comprese tra i 25 e i 500 euro. Così come per l'ordinanza di divieto di fumo già adottata per le aree verdi pubbliche e per le scuole – conclude il sindaco – conteremo sul supporto delle forze dell'ordine e su quello delle associazioni che si occupano di vigilanza ambientale per far rispettare il provvedimento».

Porto Torres, 20/06/2016

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Centrale di Fiume Santo

Monitoraggio, informazioni e documenti sulla centrale di Fiume Santo

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi