Presentato in regione il piano per la riqualificazione del centro storico

Nel programma integrato la riqualificazione di via Libio e le proposte dei privati ritenute ammissibili tramite il bando pubblico.

Un piano che contempla le proposte pubbliche e private e che si pone l’obiettivo di avviare la riqualificazione del centro storico partendo dalla via Libio, una delle strade dell’antico quartiere turritano che “abbracciava” il porto. L’amministrazione comunale ha presentato in Regione tutta la documentazione relativa al programma integrato per il recupero del centro matrice. La somma complessiva per la realizzazione dei progetti è pari a 602mila euro. La richiesta di fondi regionali ammonta a 410mila euro.

Il progetto principale del programma integrato è caratterizzato dalla proposta di recupero di via Libio, presentata dall’amministrazione comunale. Ad essa si aggiungono le otto proposte dei privati cittadini proprietari di abitazioni del centro matrice la cui costruzione è antecedente al 1940, selezionate con un bando pubblico del Comune e ritenute rispondenti ai requisiti richiesti. «I progetti presentati dai cittadini contemplano principalmente la ristrutturazione delle facciate e delle coperture. Per rendere appetibile il programma di riqualificazione abbiamo deciso di sollevare la quota di cofinanziamento del progetto presentato dall’amministrazione comunale, in modo che in caso di accoglimento della proposta venga premiata la volontà di quei proprietari che si sono resi disponibili a investire somme importanti per la valorizzazione delle antiche abitazioni», sottolinea il sindaco Sean Wheeler.

L’iniziativa del Comune prevede «la valorizzazione del centro storico – aggiunge il sindaco – che è un punto qualificante del nostro programma. Abbiamo messo nero su bianco la nostra idea di valorizzare via Libio per migliorarne il decoro e la fruibilità». Il progetto prevede il posizionamento di una nuova pavimentazione, nuovi sottoservizi e una adeguata illuminazione. Il costo dell’intervento è pari a 264mila euro: se il programma sarà sostenuto dalla Regione dovrà essere corrisposto un cofinanziamento comunale di 50mila euro. «È un progetto importante per il nostro centro – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Marcello Zirulia – che ci consentirà anche di rendere armonica con i precedenti interventi la pavimentazione, caratterizzata da materiale di pregio quale il granito sardo. L’impianto fognario sarà modificato con la separazione tra acque bianche e nere per adeguarlo alle prescrizioni di Abbanoa. Intendiamo, poi, eliminare gli antiestetici cavi dalle facciate e dagli attraversamenti, certamente non congruenti con la valorizzazione dei centri storici. L’auspicio – conclude l’assessore – è che il progetto venga valutato positivamente e che si possa, così, avviare la riqualificazione di un luogo della nostra città che per troppo tempo è stato dimenticato».

Porto Torres, 26/12/2015

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Centrale di Fiume Santo

Monitoraggio, informazioni e documenti sulla centrale di Fiume Santo

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi