REPORT DEGLI INTERVENTI E DELLE OPERE ESEGUITE DA PARTE DI A.T.P. A PORTO TORRES (scenari globali e mirati dal 2016 al 2021).

Relazione del professor Daniele Ruiu, Consigliere di Amministrazione ATP S.p.A., Delegato del Comune di Porto Torres

Breve cronistoria.

 

L’incremento demografico e l’istituzione del primo servizio di trasporto pubblico urbano.

Durante il corso degli anni ’70 la popolazione turritana era in forte crescita sfiorando i 15 mila abitanti residenti, a cui si aggiungevano i trasferisti domiciliati in città per i lavori della nuova industria petrolchimica. 

L’incremento demografico fece nascere dei nuovi nuclei abitativi che si svilupparono verso sud rispetto al porto cittadino, inizialmente lungo la S.S. 131 in direzione Sassari, andando a costituire dei veri e propri quartieri residenziali, che però restavano logisticamente distanti dal cuore della città come quasi dei “satelliti decentrati” (da qui il nome del primo quartiere Villaggio Satellite). Questa crescita urbana, unita alla crescita economica cittadina (economia di base con redditi minimi) generò l’esigenza da parte dell’allora I.A.C.P. (Istituto Autonomo Case Popolari) di contribuire alla costruzione di nuove case e palazzine nei nuovi quartieri in via di sviluppo.

Fu così, che nel 1974 venne istituito dall’Amministrazione Comunale al tempo in carica, il primo servizio di trasporto pubblico urbano, gestito dalla medesima amministrazione comunale, per agevolare il flusso di persone, sempre più crescente e prive di mezzo proprio, per potersi spostare dai neo quartieri periferici verso il centro cittadino, dove vi erano i principali negozi, uffici pubblici e servizi generici. Ad oggi, la città di Porto Torres conta circa 22 mila abitanti.

 

L’organizzazione del servizio di Trasporto.

Il trasporto urbano, era organizzato con 2 linee circolari feriali e una linea circolare festiva, in funzione dalle 6:40 fino alle 20:30 (eccetto i festivi), con 24 corse ciascuna (eccetto i festivi) per un totale di 181.112 km/anno concessi dalla Regione Autonoma della Sardegna.

Tale servizio, funzionale per le esigenze di chi ne usufruiva, ma carente dal punto di vista gestionale, ha portato nel 2005 alla scelta da parte dell’Amministrazione Comunale di cedere il servizio ad una azienda specializzata nel settore del trasporto pubblico urbano, al fine di migliorarne la gestione e l’organizzazione per erogare un servizio più moderno ed efficiente.

La stessa Amministrazione Comunale entrò dunque come socio all’interno dell’allora Consorzio Azienda Trasporti Pubblici di Sassari (oggi ATP S.p.A.) conferendo il suo povero ed esiguo capitale (consistente in un Deposito mezzi “ex autoparco” di mq 13.350 e relativi locali uffici, dal valore stimato di 1.200.000,00 euro, + 6 autobus di cui 4 del 1989 e 2 del 1995 del valore complessivo di 3000,00 euro) per il quale oggi vi partecipa con il 6,15 % delle quote azionarie. 

 

Dalla gestione Comunale alla Gestione ATP.

Con la nuova gestione del servizio urbano da parte di ATP Sassari vi è stata una riorganizzazione complessiva, necessaria per soddisfare le nuove esigenze urbane, tralasciate per troppo tempo da parte della precedente gestione.

Anzitutto è stato rinnovato quasi immediatamente il parco mezzi e, successivamente, sono state riviste e riorganizzate le Linee esistenti per cercare di dare una soluzione più moderna ed efficace, rispondente alle esigenze di quelli che erano gli anni 2000.

 

Primo biennio 2016-2018: osservazione, studio e interventi urgenti e prioritari.

In particolare, nel 2016 venne completamente rivista e revisionata la Linea esistente, sia in termini di percorrenza, sia in termini di orario, rendendola più rispondente all’esigenza dei viaggiatori, (intervistati tramite sondaggio effettuato a bordo bus).

Ne è dunque nata l’esigenza di migliorare la copertura su tutta la superficie urbana e servire anche le due nuove localizzazioni: il nuovo presidio ASL ed il nuovo Cimitero cittadino.

Ultimo trienno 2018-2021.

 

Le nuove necessità ed esigenze.

Nel corso di questi quindici anni di nuova gestione, si è fatta una analisi complessiva dello “stato di fatto” e, dagli inizi del 2016, si è fatto un bilancio del lavoro svolto, delle migliorie da apportare e delle prospettive future (obiettivo 2020).

  1. Lo sviluppo urbanistico di questo decennio ha portato alla creazione di due nuovi grandi comparti residenziali ad alta densità abitativa: si tratta della nuova zona residenziale denominata “C1-2” (Vie Lussiu e Pertini) e del nuovo quartiere popolare “zona 167/bis” (Vie Loi, Falcone-Borsellino, Scirocco), servite con una frequenza ormai insufficiente e con tempi di percorrenza “quartiere-centro” eccessivamente lunghi (circa 30-35 minuti).
  2. Anche il nuovo Cimitero, sito in località Andriolu, direzione Ponti Pizzinnu, con sempre più frequenti tumulazioni ha aumentato le sue dimensioni e, conseguentemente, è aumentata l’utenza (prevalentemente di fascia over 60) per il nuovo Cimitero cittadino, di cui è già stato appaltato l’ingrandimento con il raddoppio della sua attuale dimensione.
  3. Una attenzione specifica anche per il Presidio ASL, sito sempre in località Andriolu, unico centro organizzato di Primo Soccorso nella Nurra, di cui sono stati potenziati gli ambulatori (oltre al Centro Benessere Platamona con Pronto Soccorso Turistico).
  4. La Linea estiva per Platamona, altamente frequentata nel periodo giugno-settembre.
  5. Il potenziamento della Linea Festiva, attualmente organizzata con sole 4 corse concentrate nella fascia mattutina, ritenute ormai insufficienti.

 

In virtù dell’attenta analisi effettuata su questi 5 punti chiave, si è provveduto a pianificare la ristrutturazione di un percorso alternativo più efficiente del Trasporto Urbano Turritano, utilizzando sempre i medesimi chilometri e riorganizzando la funzionalità del servizio da proporre alla R.A.S. Si è infatti deciso di passare a 2 Linee Circolari, meglio organizzate e funzionali, interagenti fra loro con un percorso “a Y”, costituito da un troncone comune (ricadente nel territorio del centro città e zone di Uffici e Servizi), percorso da entrambe le linee, così da aumentarne la frequenza di passaggio e ridurre i tempi di attesa alle fermate, e da due diramazioni frequenti verso i principali quartieri periferici, oggi ad alta densità abitativa:

9 Il Villaggio Satellite (con Via Piemonte, Via Sardegna, Piazzale Lazio) e il quartiere adiacente di Serra Li Pozzi (con Via Corbezzoli, Via Lentischio, Via del Melo, Via del Mirto);

9 Il Villaggio Verde (con Via della Libertà, Via della Cultura, zona 167 e 167/bis, Via Loi,

Via Scirocco, Via tramontana) e la zona adiacente denominata “C1-2” (con le Vie Lussu e Pertini);

 

Entrambe le Linee, chiamate A e B percorrono, con una certa cadenza oraria, una breve Deviazione verso zone di particolare interesse:

9 Linea A (Vill. Satellite e P.le Lazio) diventa AD con Deviazione verso la borgata di Li Lioni   di cui restano invariati gli orari e le frequenze giornaliere (7 corse al giorno);

9 Linea B (Vill. Verde e Via della Libertà) diventa BD con Deviazione verso la zona Andriolu   con potenziamento ed incremento delle corse nella fascia oraria 8:00 – 16:00.

 

Per ragioni organizzative, nella fascia oraria di minor flusso di traffico passeggeri, e nelle giornate festive, si è provveduto a istituire una “Unica Circolare Turritana” chiamata Linea C che copre l’intero territorio percorrendo tutto l’itinerario delle Linee A e B (con un'unica deviazione cadenzata ogni 2 ore circa, denominata Linea CD, verso la borgata dell’agro di Li Lioni).

 

Potenziate ed incrementate (su forte richiesta ed esigenza degli utenti più anziani) anche le corse dei giorni festivi, distribuite non più soltanto nella fascia mattutina 10-13, ma anche nella fascia serale 17-20.

Riorganizzata anche la Linea per la Località balneare della Marina di Platamona, esclusivamente estiva, denominata appunto Linea E, in esercizio dal 15 giugno al 15 settembre, ininterrottamente, con 6 corse giornaliere equamente distribuite su tutto l’arco della giornata.

Investimenti strutturali.

Ai fini del miglioramento della qualità del servizio, ma anche “dell’impatto visivo” con cui l’Azienda Trasporti Pubblici si presenta alla città, con le sue strutture ed impianti di proprietà utili ed indispensabili per l’espletamento del servizio (pensiline d’attesa e pali di fermata), ATP ha deciso di investire con risorse proprie, utilizzando forze e strumenti “presenti in casa”, nel rinnovo ed abbellimento estetico delle pensiline e dei nuovi pali di fermata, più efficienti e funzionali e meno impattanti.

Si è dunque provveduto, anzitutto, ad installare in Città 8 (otto) nuove pensiline di attesa nelle fermate strategiche e di maggior afflusso (laddove la larghezza del marciapiede per l’installazione lo permette), in particolare nelle seguenti zone: Via Ponte Romano c/o Stazione FS (Capolinea), Presidio Sanitario Andriolu, Cimitero Ponti Pizzinnu, Piazzale Lazio (Vill. Satellite), Via del Melo (Serra Li Pozzi), Viale delle Vigne (Stadio Comunale e C. Comm.le Conad), Via della Libertà (Vill. Verde), mentre si è ritenuto opportuno ovviare all’installazione delle stesse nella Piazza Centrale e fronte Cimitero storico di Via Balai, a causa dei presenti vincolo architettonici e paesaggistici. Questa operazione ha comportato dei tempi piuttosto lunghi per cause burocratiche legate alla relazione di Impatto Ambientale e Paesaggistica da presentare presso SUAPE e Uffici Regionali, per ottenere i vari nulla osta.

Concluso questo iter e installate le 8 (otto) pensiline di attesa, si è passati alla progettazione dei nuovi pali di fermata, per tutta Porto Torres e Platamona, sia per l’Agro, sia per l’Urbano, per un totale di 80 (ottanta) pali di fermata, progetto realizzato e concluso di recente.

Tutte i nuovi pali di fermata sono stati progettati e concepiti con materiali di ultima generazione (vernice anti-pasticcio e adesivi rifrangenti), a bassissimo impatto ambientale e oggettivamente molto più funzionali; infatti tutte le fermate sono state dotate, oltre che di adesivo informativo (su linea e percorso) posizionato ad altezza d’uomo, anche di adesivo QR-Code che, attraverso il proprio smart-phone, è capace di informare l’utenza, degli orari di passaggio del bus in tempo reale ad ogni singola fermata (necessario prima scaricare la App gratuita ATP-Sassari sul proprio dispositivo). Una sorta, quindi, di palina intelligente (molto meno impattante di una fermata elettronica che richiederebbe un contatore ENEL a parte in ogni fermata).

 

Interventi in fase di ultimazione.

Per concludere gli obiettivi di questo 2021, si sta provvedendo (tutt’ora) a pianificare una campagna di “antievasione biglietti” con lo studio e la progettazione di un sistema di tornelli da collocare sui bus in prossimità delle portiere di accesso ai passeggeri. Unitamente e parallelamente a ciò, si sta già provvedendo ad una campagna di sensibilizzazione sulla bigliettazione, sponsorizzata da Pino e gli Anticorpi, atta a divulgare l’importanza dell’acquisto e del possesso titolo di viaggio (biglietto o abbonamento) prima di salire a bordo per usufruire del servizio.

Inoltre sarà presto attivata una campagna informativa rivolta soprattutto ai giovani e agli studenti, per sensibilizzare attraverso l’uso del proprio smart-phone, e quindi con l’utilizzo della App gratuita ATP-Sassari, alla bigliettazione/abbonamento elettronico, che riduce la produzione di carta stampata a maggior tutela dell’ambiente. 

Inoltre, sempre attraverso la App, sarà possibile conoscere sia le offerte e le promozioni che la Regione Sardegna metterà a disposizione (le tariffe e i costi dei biglietti sono stabiliti dalla R.A.S.), sia gli orari, percorsi e fermate più vicine (attraverso l’attivazione GPS del proprio smart-phone), sia eventuali modifiche e deviazioni di percorso che si possono verificare.

 

Porto Torres, 24 settembre 2021.

Il Consigliere di Amministrazione ATP S.p.A.

Delegato del Comune di Porto Torres Dr. Prof. Daniele Ruiu

Porto Torres, 27/09/2021

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Trasparenza Tari

Servizio di gestione dei rifiuti urbani

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi