Soggiorni estivi per i ragazzi all'Asinara, via alle adesioni

Per sessantaquattro giovani di Porto Torres l’opportunità di conoscere le bellezze naturalistiche dell’isola-parco.

Tre giorni nell’altra metà del territorio di Porto Torres, a contatto con tanti coetanei. Bambini e ragazzi di età compresa fra gli 8 e i 13 anni avranno l’opportunità, grazie al Comune, di trascorrere un periodo di soggiorno all’Asinara, con costi contenuti per le famiglie.

Non solo una vacanza, ma un vero e proprio soggiorno educativo, accanto a personale qualificato, per scoprire il patrimonio ambientale e la storia di un’isola che è parte integrante del Comune di Porto Torres.Il soggiorno, che si svolgerà tra l’ 8 agosto e il 10 settembre, dal lunedì al mercoledì, diventerà realtà per ben 64 bambini e ragazzi residenti in città. Saranno divisi in quattro gruppi di 16, in fasce d’età comprese tra gli 8 e i 13 anni.

Le adesioni ai vari turni saranno raccolte da lunedì 25 luglio a martedì 2 agosto, dalle ore 9 alle ore 11, e il martedì e il giovedì anche dalle ore 16 alle ore 17,  presso i locali dei Servizi Sociali in piazza Walter Frau  (tel. 079 5008550). Gli interessati dovranno  compilare l’apposito modulo e allegare la certificazione Isee relativa ai redditi dell’anno 2010, al fine di stabilire la contribuzione individuale prevista dal regolamento. La graduatoria dei partecipanti verrà pubblicata presso la sede dei Servizi Sociali mercoledì 3 agosto alle ore 12.

«È un’iniziativa che l’amministrazione comunale sta portando avanti per consentire ai nostri ragazzi di conoscere l’isola dell’Asinara, spesso percepita dai cittadini di Porto Torres come un luogo distante o difficilmente accessibile. Una “barriera ideologica” che si può abbattere proprio partendo da progetti educativi destinati ai giovani», afferma il sindaco Beniamino Scarpa. «Il soggiorno vacanza per bambini e adolescenti è pensato per dare risposte adeguate ai bisogni  delle famiglie e per venire incontro alle esigenze aggregative e di crescita tipiche del target di età a cui è rivolto il progetto», spiega l’assessore ai Servizi Sociali, Caterina Satta. «Accogliere i bisogni dei ragazzi significa sostenerli e accompagnarli  nel loro percorso di crescita attraverso la costruzione di opportunità di sostegno e di aggregazione e l’utilizzo proficuo del tempo libero estivo. Una finalità è anche quella di creare i presupposti che consentano ai ragazzi di riappropriasi dell’isola dell’Asinara attraverso una reale conoscenza delle sue peculiarità storico-culturali», aggiunge l’assessore.

Durante il soggiorno verranno proposte diverse attività: escursioni per ammirare le bellezze naturali dell’isola, pratica di attività sportive (canoa, minisub, equitazione), passeggiate per osservare i diversi animali selvatici che popolano l’isola, visite ai centri di interesse naturalistico. I partecipanti alloggeranno a Cala d’Oliva, borgo abitato in passato dai residenti dell’isola e poi diventato, durante il periodo del carcere, il villaggio degli agenti di polizia penitenziaria e delle loro famiglie. I locali  sono stati messi a disposizione dall’Ente Parco. La  colazione, il pranzo e la cena saranno forniti dai gestori del vicino ostello.

Porto Torres, 23/07/2011

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi