Via Croce: nessun risarcimento per un'impresa edile

Sentenza della Corte d’Appello di Sassari: è legittima la classificazione come  zona “H”, deliberata dal Consiglio comunale nel 1996 e approvata definitivamente nel 2000.

La Corte d’Appello di Sassari ha rigettato la domanda proposta dall’Impresa Costruzioni Efisio Batteta, condannando la stessa al rimborso delle spese di giudizio, quantificate in 3.450 euro.

L’impresa aveva chiesto al Comune un riconoscimento di circa 4 milioni di euro come indennizzo per la riclassificazione della ex zona C (di espansione), di fronte alla spiaggia di Balai, a zona “H” (area di salvaguardia ambientale, e quindi inedificabile), stabilita definitivamente dal Comune undici anni fa.Il Comune di Porto Torres, nel 2000, aveva, infatti, approvato la riclassificazione deliberata dal Consiglio Comunale nel 1996, attraverso cui i terreni di via Benedetto Croce, antistanti la costa turritana, venivano messi sotto tutela ambientale e paesaggistica. L’Impresa Batteta, proprietaria di alcune aree, aveva citato il Comune in giudizio. Nel procedimento l’ente era difeso dall’avvocato Marcello Bazzoni. La Corte d’Appello di Sassari, nelle scorse settimane, ha respinto la richiesta di risarcimento del privato, condannando l'impresa al pagamento delle spese processuali.

Porto Torres, 27/08/2011

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Centrale di Fiume Santo

Monitoraggio, informazioni e documenti sulla centrale di Fiume Santo

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi