Decesso

L’Ufficiale dello Stato Civile che riceve una comunicazione di decesso deve formare l’atto di morte: l’atto di morte deve enunciare il nome e il cognome, il luogo e la data di nascita e la residenza del dichiarante e il luogo, il giorno e l’ora della morte, il nome e il cognome, il luogo e la data di nascita, la residenza, la cittadinanza e lo stato civile del defunto ed il nome e il cognome del coniuge o della parte a lui unita civilmente.

Cosa fare in caso di decesso

  • Decesso in abitazione (per cause naturali)

Occorre contattare nel più breve arco temporale il medico curante o, qualora fosse irreperibile, il 118 per la constatazione del decesso.

Il sanitario intervenuto redige un certificato medico – c.d. di “constatazione di decesso” (che deve essere completo di timbro e firma) da produrre al medico necroscopo. Il medico curante va comunque interpellato per la compilazione del certificato ISTAT recante la causa di morte.

La dichiarazione di morte deve essere fatta non oltre le ventiquattro ore dal decesso all´Ufficiale dello Stato Civile dove l'evento è avvenuto e va effettuata dai congiunti, da una persona convivente con il defunto, da persone informate del decesso ovvero da persona delegata dagli aventi diritto (esempio ditta di Onoranze funebri ) alle quali può eventualmente essere attribuito il disbrigo degli ulteriori adempimenti (in tal caso, sarà necessario produrre all'Ufficio di Stato Civile anche il conferimento dell'incarico o la delega).

Decorse le 15 ore e non oltre le 30 ore dal decesso, va effettuata la visita necroscopica per l’accertamento della morte ed il rilascio del certificato necroscopico da consegnare all’Ufficiale di Stato Civile: tale certificato è indispensabile per il rilascio dell’autorizzazione al trasporto e alla seppellimento.

  • Decesso fuori dalla propria abitazione (per cause naturali)

Quando il decesso di una persona avvenga fuori dalla propria abitazione (es: presso l’abitazione di altre persone, in albergo, locale pubblico o pubblica via), ma si tratta comunque di un evento naturale e non di morte violenta, la dichiarazione di morte può essere resa con stesse le modalità previste per il decesso in abitazione.

  • Decesso in Ospedale

L'avviso di morte avvenuta in Ospedale, Casa di Cura o Riposo, Istituto di pena, Convento, Collegio o in altro Stabilimento, viene trasmesso all'Ufficio dello Stato Civile dal Direttore della struttura ( o da suo delegato).

  • Decesso per per cause non naturali: morte causata da un fatto violento o accidentale o in ipotesi di reato

Occorre contattare tempestivamente il 112 (Carabinieri) o il 113 (Polizia di Stato).

In tal caso l’Ufficiale di Stato Civile potrà redigere l’atto di morte ma non potrà autorizzare la sepoltura, che potrà essere rilasciata solo dopo aver acquisito il nulla osta della Procura della Repubblica.

N.B.: Le procedure di commiato potranno aver luogo ad espletamento concluso di tutti gli obblighi di legge che la fattispecie prevede.

Si informano le Spett.li Agenzie O.F. che si riceve SOLO in orario d'Ufficio oppure previo appuntamento telefonico (il martedì e giovedì mattina dalle 9 alle 12) chiamando il n. 079/5008048 - 5008078.

  • Reperibilità per le denunce di morte sabato e festivi:chiamare al n° 3204393451

 

 
Porto Torres, 24/05/2019

Contatta il Comune

Numeri e mail dei servizi comunali

Urp

In ascolto dei cittadini

Consiglio Comunale

Archivio e diretta del Consiglio Comunale Online

CONTRIBUTO DI SBARCO ASINARA

Tariffe, regolamento e modulistica per i vettori

Disinfestazioni e Derattizzazioni

Report degli interventi svolti

Focus Bonifiche

I documenti del Sin di Porto Torres

Qualità dell'acqua

Le comunicazioni della ASL di Sassari sui valori della rete di Abbanoa

Qualità dell'aria

I report sul monitoraggio della qualità dell'aria forniti dall'ARPA

Pagare le tasse

Settore Entrate - Ufficio Tributi