Monumenti Aperti e Primavera in basilica

Al via due eventi dedicati ai luoghi simbolo e alla storia della città

Data:
18 maggio 2022

MONUMENTI APERTI

Porto Torres accoglie per l'undicesima volta Monumenti Aperti proponendo un programma di visite in dodici siti, con tre iniziative speciali di contorno. I tesori della città saranno visitabili nell'ambito dell'evento organizzato in tutta la Sardegna e in altre località del territorio nazionale da Imago Mundi, accompagnato dallo slogan di quest'anno "Il nostro bello".

L'appuntamento è coordinato a livello locale dal Comune con la collaborazione delle scuole e delle associazioni di volontariato che hanno "adottato" i siti.

IL PROGRAMMA

Il programma propone dodici luoghi: la Basilica di San Gavino e la cripta (visite guidate: sabato dalle 18.00 alle 19.00 e domenica dalle 09.00 alle 10.00 e dalle 17.30 alle 19.00), la chiesa di Balai Vicino, (sabato dalle 15:00 alle 19:30, domenica dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:30), la chiesa di Balai Lontano (sabato dalle 15:00 alle 19:30, domenica dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:30), la chiesa di Cristo Risorto (sabato dalle 15:00 alle 17:00, dalle 17:30 alle 18:30, dalle 19:30 alle 20:30, domenica dalle 09:00 alle 11:00 e dalle 15:00 alle 20:00), la chiesa dello Spirito Santo (sabato dalle 10:00 alle 12:30, dalle 15:00 alle 17:30 e dalle 19:00 alle 20:30, domenica dalle 15:00 alle 20:30), Antiquarium Turritano (Museo archeologico Nazionale) (solo sabato dalle 09:00 alle 20:00), Terme Pallottino. Area archeologica di Turris Libisonis (solo sabato dalle 09:00 alle 20:00), Palazzo di Re Barbaro (Terme centrali). Area archeologica di Turris Libisonis (solo sabato dalle 09:00 alle 20:00), Domus di Orfeo. Area archeologica di Turris Libisonis (solo sabato dalle 09:00 alle 20:00), l'area archeologica di via Libio 53 (sabato dalle 15:00 alle 19:30, domenica dalle 09:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:30), il Planetario del Nautico (IIS “M. Paglietti”) (sabato dalle 15:00 alle 19:30 e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:30), laboratorio di xilografia di Giovanni Dettori in via Petronia, 134/via Petrarca, 2 (visite contingentate a gruppi di massimo 12 visitatori nei seguenti orari: sabato alle 15.00 e alle 17.00, domenica alle 10:00, alle 12:00, alle 15.00 e alle 17.00).

I monumenti saranno visitabili gratuitamente. Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode. Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose. È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti. In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

LE INIZIATIVE SPECIALI

A contorno delle visite sono previste tre iniziative speciali. Sabato 21 maggio alle 18 e 30 sulla terrazza della Domus di Orfeo, si terrà un concerto del Coro Polifonico Turritano diretto da Laura Lambroni. Sabato alle ore 19 e 30 la chiesa di Cristo Risorto ospiterà un concerto-saggio finale della classe 2ªB della scuola secondaria I grado dell'Istituto comprensivo numero 2. Nel laboratorio di xilografia di Giovanni Dettori, contestualmente alle visite, sarà possibile vedere la realizzazione di una stampa d’arte e della carta fatta a mano, seguendo le orme del maestro giapponese Hiroaki Asahara. Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei di Luciano Rossetto, ideatore del progetto WorldWide Prints, importante iniziativa artistica e culturale che mira a raccogliere stampe di piccolo formato di artisti provenienti da tutto il mondo, sarà inaugurata nella Casa/Laboratorio la mostra con le opere degli studenti delle Accademie di Belle Arti di Cina, Italia, Polonia, Romania, Slovenia, Stati Uniti e Turchia, che fino ad oggi hanno aderito all'iniziativa.

MAGGIORI INFORMAZIONI
Pagina del Calendario Eventi

...
La manifestazione viene raccontata in diretta anche su facebook (@monumentiapertiofficial), instagram (@monumentiaperti) e twitter (@monumentiaperti), canali social nazionali della manifestazione. Il tag ufficiale è: #MonumentiAperti2022. I contenuti video saranno disponibili sul canale YouTube Monumenti Aperti.

Per Porto Torres è inoltre possibile seguire il racconto sulla nostra pagina facebook e profilo instagram (@visitportotorresasinara). Tag per Porto Torres: #PortoTorresMonumentiAperti

PRIMAVERA IN BASILICA

Prenderà il via venerdì 20 maggio "Primavera in basilica", ciclo di conferenze dedicato alla Sardegna medievale e ospitato nella chiesa madre di Porto Torres. L'evento è organizzato dall'assessorato comunale alla Cultura insieme all'Arcidiocesi di Sassari, alla Fondazione Accademia Casa di Popoli, Culture e Religioni, all'Area Pastorale di Porto Torres e alla parrocchia dei SS Martiri Turritani, in collaborazione con la Fondazione Sardegna Isola del Romanico di cui il Comune è socio fondatore. L'appuntamento vuole promuovere la conoscenza della Sardegna medievale attraverso alcuni approfondimenti di carattere storico-documentale e artistico che si soffermano su figure, vicende e monumenti particolarmente legati al territorio turritano.

Si inizia venerdì 20 maggio alle ore 17 nella basilica di San Gavino con la conferenza di Camilla Ledda, presidente dell'Associazione Culturale Turris Historia: "Memorie di Sardegna: alcuni documenti dall’Archivio Apostolico Vaticano". Venerdì 27 maggio alle ore 17, con la collaborazione della FIDAPA BPW Sezione di Porto Torres e con la presenza del gruppo storico medievale Associazione Giudicato di Torres, sarà presentato in anteprima il libro “Le donne protagoniste del Medioevo Sardo”, a cura di Rossana Martorelli, realizzato da APS Itinera Romanica - Amici del Romanico ed edito da Carlo Delfino Editore, Sassari 2022; in questa occasione, alla presenza di alcuni Autori del volume e dell'Editore, Valeria Carta tratteggerà la figura della Giudicessa Adelasia di Torres.

Il 3 giugno alle ore 19 e 45 il presidente del Centro Studi Basilica di San Gavino di Torres Giuseppe Piras presenterà la relazione “La Basilica di San Gavino in un inedito disegno del 1832. Brevi annotazioni e spunti di riflessione tra epigrafia, architettura e abbigliamento tradizionale turritano”, in collaborazione con le associazioni Arxiu de Tradicions, Trexenta Storica, Etnos e la rivista di studi Insula Noa.

Il ciclo di conferenze si concluderà venerdì 10 giugno, alle 17, con la conferenza di Alessandro Soddu, docente di Storia medievale presso il Dipartimento di Storia, Scienze dell'Uomo e della Formazione dell'Università degli Studi di Sassari, dedicata a "Su donnu bonu: Gonnario de Laccon Giudice di Torres".

Gli appuntamenti di "Primavera in Basilica" si aprono in concomitanza con l'edizione turritana di Monumenti aperti 2022 (21-22 maggio) e promuoveranno la cultura, la storia della fede, le tradizioni e la bellezza della nostra Città, accompagnando il calendario di manifestazioni religiose e laiche della Festha Manna 2022 (4-5-6 giugno).

Monumenti Aperti e Primavera in basilica
Monumenti Aperti e Primavera in basilica  

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

14/06/2022, 16:20